Cosa significa il COVID-19 per gli imprenditori

Lavoriamo con clienti in diversi settori e analizziamo le analitiche Google dei siti di ogni nostro cliente quotidianamente.

Già da qualche settimana abbiamo notato un calo di interesse in alcuni settori che in una situazione normale ricevevano molto traffico, conversioni e la crescita d’interesse in altri settori del business.

Il Coronavirus sta destabilizzando le ricerche Google di molti settori di business. 

A darci la conferma di questa tendenza a è stata una ricerca pubblicata da Neil Patel, dichiarato dal Wall Street Journal, uno dei maggiori influencer web.

I siti di settori come salute, food, finanza, media sono in forte crescita di traffico organico, altri invece stanno soffrendo terribilmente…come l’economia del resto.

Cosa significa il Coronavirus (COVID-19) per i marketer?

Le aziende si troveranno in difficoltà per un po’. Anche se il virus rallenta velocemente, visto che i numeri sono calati in Cina, le imprese dovranno lottare per oltre un anno perché dovranno recuperare le perdite.

In Cina, ad esempio, il virus ha causato un calo delle vendite al dettaglio del 20,5% e il tasso di disoccupazione è salito al 6,2 % a febbraio.

Quando aziende come Apple chiudono i loro negozi per contribuire a ridurre la diffusione, significa meno entrate e meno profitti. Certo, sono in grado di pagare i loro dipendenti durante la loro chiusura temporanea, ma non tutte le aziende hanno il loro saldo bancario e la maggior parte non sarà in grado di fare lo stesso.

Basta guardare all’industria dei viaggi. Si prevede che il virus li farà perdere 820 miliardi di dollari. La Virgin Atlantic ha appena chiesto al loro personale di prendere un congedo non retribuito di 8 settimane.

Anche i porti sono vuoti e le prime serie di licenziamenti sono già iniziate.

Si stima che in totale COVID-19 costerà all’economia globale 2,7 trilioni di dollari.

E non solo la gente sta perdendo soldi, ma sta anche perdendo traffico e conversioni.

Il traffico organico è in calo nella maggior parte dei settori

La ricerca di Neil Patel raggruppa dati globali provenienti da siti di tutto il mondo con un traffico mensile sopra i 5000 visitatori, ma la situazione si rispecchia anche in Italia e in siti con numeri più piccoli.

Se siete nel settore delle notizie, finanziario, della salute o del food il vostro traffico sarà sicuramente salito alle stelle.

Ma se siete nell’industria dei viaggi, degli eventi o dello sport avrete visto enormi cali di traffico.

Dal grafico non si capisce, ma i dati degli e-commerce sono un mix in base al prodotto venduto. Ad esempio, se si vendono prodotti per bambini come pannolini o prodotti per la cura del corpo, allora avrete visto un bel incremento del traffico. Ma se vendete prodotti di lusso come televisori, computer o prodotti digitali il calo sarà evidente.

Anche le conversioni sono in calo per la maggior parte dei settori

Dal punto di vista del tasso di conversione, abbiamo visto un calo nella maggior parte dei settori. Anche il settore finanziario, che, da una parte, ha avuto un grande boom di traffico, dall’altra si registra un calo delle conversioni.

Per quanto riguarda i siti di notizie (media), hanno avuto un grande aumento delle conversioni, in quanto molti di essi fanno pagare alla gente la lettura delle informazioni aggiornate. La gente, infatti, non vuole perdersi le informazioni sul Corona virus,  politica e finanziarie, quindi i siti di notizie hanno visto un notevole aumento di utenti.

Per contrastare il grosso calo di traffico e conseguente calo di introiti settori come quello dei viaggi stanno offrendo alla propria clientela dei buoni o grossi sconti su prodotti di cui potranno fruire solo in futuro. Questo sembra stia avendo un buon riscontro.

I Dati delle campagne pay-per-click

Non abbiamo visto grandi cambiamenti nel costo per click… anche per settori come l’industria dei viaggi. I costi non sono scesi di molto.

Per esempio, anche se abbiamo visto grandi cali nel numero di persone alla ricerca di cose come i voli o gli hotel, non abbiamo visto un drastico calo del CPC (costo per click), ma abbiamo visto un grande aumento del costo per acquisizione.

In altre parole, si può ancora pagare all’incirca lo stesso importo per click, ma il costo per conversione è aumentato per la maggior parte dei settori… a meno che non si vendano beni di prima necessità come la carta igienica.

Cosa significa questo per i venditori?

“Essere timorosi quando gli altri sono avidi, e avidi quando gli altri sono timorosi” – Warren Buffett.

Vedrete molti imprenditori fare tagli perché si prevede che l’economia sarà colpita da 2,7 trilioni di dollari e gli esperti dicono che stiamo per entrare in recessione, ma quello che ci hanno insegnato il crollo delle dotcom nel 2000 e il crollo immobiliare nel 2008 è che il momento migliore per raddoppiare è quando gli altri non lo fanno.

Durante un periodo di recessione economica, scoprirai che avrai meno concorrenza, il che significa che sarà più facile e più veloce ottenere risultati, e in alcuni casi, sarai in grado di ottenere offerte, come ad esempio una potenziale riduzione dei costi della pubblicità pay-per-click.

Quindi, quando vedete i vostri concorrenti chiudere o rallentare il loro marketing, l’obiettivo è raddoppiare. Potreste non vedere subito il maggiore ritorno, ma a lungo termine lo vedrete.

Conclusione

Speriamo che il Corona virus passi presto e che abbia un impatto minimo sulle vite anche se i cambiamenti saranno tanti in tutte le sfaccettature della nostra vita.

E per quanto riguarda il vostro marketing, questo è il momento di raddoppiare. Non abbiate paura quando anche gli altri hanno paura. Fate quello che fa Warren Buffett… siate avidi quando gli altri hanno paura.

Fonte dei dati: blog Neil Patel https://neilpatel.com/blog/

mm
Forlani Studio

In più di trent’anni di “onorato” servizio, molte aziende hanno scelto i servizi di Marketing, Comunicazione e Web targati Forlani Studio. L’esperienza ci ha insegnato che la ricerca di nuove forme di comunicazione non si deve mai fermare: per questo il mix dei servizi professionali che siamo in grado di offrire fa di noi il partner ideale per le grandi, le medie e le piccole aziende.